Il carrello intelligente cambia la spesa - Eurosoftware

Prova

25
Feb

Il carrello intelligente cambia la spesa

Siete mai andati in un supermercato moderno? Se siete come me, allora immagino di sì e magari, anche in orari non consoni, ad esempio come in tarda serata. Eh sì, il lavoro è tiranno.

Insomma, le esigenze cambiano e così anche i grandi player internazionali si adeguano. Le casse automatizzate non sono più una novità così come i salva tempo, i lettore di codici a barre che permettono di fare “da soli” il conto della spesa, passando alla cassa senza dover scaricare il carrello sul nastro.

Praticamente l’intelligenza artificiale è sempre più presente nella nostra vita quotidiana e così i retailer devono essere sempre pronti ad accogliere le nuove prospettive anche a fronte di un costo in termini logistici e di costi ovviamente.

Però ci sono soluzioni e soluzioni nel senso, capiamoci, un conto sono i salva tempo altro è parlare di soluzioni hi-tech come installare telecamere sul soffitti, sugli scaffali del punto vendita e tutta una serie di altre cose che automatizzano la shopping experience.

Un esempio? I nuovi carrelli proposti dalla startup Caper Labs che permettono agli utenti di scansionare i codici a barre dei prodotti scelti e pagare direttamente dal carrello stesso tramite carta di credito o mediante Apple o Android Pay, per poi ritrovare la ricevuta d’acquisto nella propria casella email. Un bel modo per saltare la fila.

Al momento sono in prova in due store di New York con numeri importanti: negli store in cui sono presenti i carrelli la percentuale d’acquisto è cresciuta del 18%.

Noi seguiamo il carrello e vediamo dove ci porterà.

Ti potrebbe interessare anche
GOVERNO CINESE: EOS MIGLIORE BLOCKCHAIN
Courier per Distribuzione e Logistica
Tesla per le auto della Polizia
Courier per Broker di corrieri