Come sappiamo, il Dpcm attivo dal 10 marzo in Italia ha attuato delle misure di contenimento per evitare la diffusione del Coronavirus e una buona notizia arriva dal settore logistico: le spedizioni non sono state bloccate e, almeno per il momento, si può continuare a spedire regolarmente prestando comunque sempre attenzione alle norme igieniche suggerite dal Governo e rispettare i vincoli di assembramento.

In questo periodo storico difficile per l’economia e la società italiana, c’è ancora un modo per tenersi in contatto con amici e parenti lontani seguendo le regole: spedire un pacco.

Sebbene negli ultimi giorni siano stati diffusi bollettini molto rigidi sul contatto tra persone, vietando spostamenti e assembramenti, pare che nulla impedisca di poter far transitare merci all’interno della penisola e dell’intero continente.

Il virus Covid-19, infatti, non resiste a lungo su superfici e oggetti, motivo per il quale è ancora possibile spedire pacchi, buste, pallet e merce di vario genere.

I corrieri espresso, dopo il primo blocco di operatività negli 11 Comuni del Nord Italia messi per primi in isolamento, comunicano di essere tornati operativi su tutto il territorio nazionale assicurando la continuità del proprio lavoro, nel pieno rispetto delle regole governative.

È sempre comunque doveroso spedire con consapevolezza e buonsenso, quindi attuare ogni misura precauzionale al fine di tutelare sia i corrieri espresso – i quali, per mantenere un servizio per la collettività, sono costretti a girare tutto il giorno centinaia di case, ritrovandosi più a rischio di altri – sia voi stessi e le vostre famiglie.

Come spedire allora in sicurezza? Innanzitutto evitando di recarsi presso uffici postali ma prediligere spedizionieri che permettano di organizzare il trasporto da casa, con servizio a domicilio.

a questo indirizzo potete trovare un comunicato sulle nuove misure di contenimento del Coronavirus davvero molto interessante sulle modalità di trasporto in questo periodo d’emergenza e sulle misure precauzionali da prendere per spedire nel pieno rispetto della società, dei partner logistici e delle direttive governative. Tra questi, per esempio, disinfettare i pacchi alla partenza e all’arrivo, e mantenere la distanza di almeno un metro con il corriere.

VIA:  logisticamente.it