RAJA Italia, la filiale italiana del Gruppo RAJA società attiva in tutta Europa nella distribuzione di imballaggi e forniture per aziende, ha fornito a Infodata dati sugli effetti dell’emergenza sanitaria sulle oltre 80.000 realtà tra PMI e gruppi internazionali che conta nel proprio portafoglio clienti.

Il quadro emerso delinea un forte cambiamento del mercato soprattutto nei mesi di lockdown di marzo e aprile 2020.

Prendendo in esame solo i primi cinquanta clienti, per volumi di venduto, è emerso che le consegne di imballaggi sono aumentate se confrontate con lo stesso periodo dell’anno precedente.
Questo aumento si deve soprattutto alle richieste dovute all’incremento dei volumi dell’e-commerce.
È emerso infatti che il 90% delle vendite di imballaggi registrate era verso store online o aziende logistiche che lavorano per gli e-commerce, una crescita del 20% se confrontata con l’anno precedente.

Per quando riguarda invece la distribuzione dei volumi di imballaggi venduti rispetto alle aree geografiche emerge che nel Nord d’Italia, nei mesi di gennaio e febbraio 2020, le richieste di materiali sono calate del 5%, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Nello stesso periodo al Centro, Sud e Isole è stato riscontrato un aumento di richieste di imballaggi rispetto ai primi mesi dell’anno pari al 3%.
Un segnale molto interessante quest’ultimo che dimostra come anche in questo periodo complesso ci sono alcune aree del Paese che continuano a crescere.

Per quando riguarda il materiale da imballaggio venduto ecco i tre prodotti più richiesti:

  • materiale per riempimento e protezione (+25%), come cuscini e carta;
  • sacchetti in plastica con chiusura a pressione (+23%) scelti soprattutto dalle farmacie per la spedizione di medicinali;
  • scatole e imballaggi postali (+21%).

Via: http://www.logisticamente.it/