Prova

07
Ott

Rifiuti tecnologici: nuove normative

Il decreto legge recepisce la direttiva europea Raee sulla gestione e smaltimento dei rifiuti elettronici. Il provvedimento ha lo scopo di rendere più efficace il monitoraggio dei flussi di rifiuti tecnologici, affidando al Centro di Coordinamento il compito di gestire un elenco a cui dovranno iscriversi tutti gli impianti di trattamento.

Nello specifico, il decreto legislativo prevede il rafforzamento degli obblighi per chi vende a distanza. I venditori on line, infatti, dovranno garantire il ritiro dei Raee ai propri clienti che acquistano un nuovo prodotto, offrendo loro la possibilità di consegnare l’apparecchiatura a fine vita in uno dei punti di raccolta messi a disposizione gratuitamente.

Il nuovo decreto legislativo, segna una svolta anche per il consumatore grazie all’introduzione dell’1 contro 0.

Questa importante novità consente di consegnare gratuitamente i Raee di piccole dimensioni – inferiori a 25 cm – presso i punti vendita, senza alcun obbligo di acquisto. Il ritiro di questi rifiuti tecnologici è obbligatorio per i punti vendita con superfici superiori a 400 mq e facoltativo per quelli più piccoli.

Il campo di applicazione della nuova normativa viene esteso a più prodotti. I pannelli fotovoltaici vengono inclusi da subito, mentre dall’agosto 2018 verranno considerati Raee anche tutti gli apparecchi elettronici a fine vita al momento esclusi.

You may also like
FatturaPA: constatazioni a 3 mesi dall’obbligo.
Watch Full Movie David Lynch: The Art Life (2017)
Cos’è il cloud computing?
Sicurezza: le best practice della cyber-security