Prova

02
Feb

Logistica: norme più facili.

In Italia, la logistica vale 110 miliardi di euro, circa il 7% del PIL, e oltre il 70% di questo valore proviene dalla logistica in outsourcing (o “conto terzi”). 

Per dare continuità a questo trend, fornitori e committenti chiedono norme e procedure più semplici, e più controlli per favorire legalità e innovazione. Questo l’argomento del convegno “Il Sistema Logistico Italia: un valore per il nostro Paese” tenutosi a Roma qualche giorno fa.

 

Le richieste: semplificare, controllare, standardizzare, dematerializzare.

1. Semplificazione delle normative, in modo da favorirne l’adozione e rispetto.

2. Controlli più serrati sulla regolarità del personale di magazzino.

3. Semplificazione dei contratti di lavoro, in modo da agevolare l’assunzione di nuovo personale.

4. Semplificazione del processo doganale: riduzione degli enti coinvolti, ridefinizione delle loro responsabilità, standardizzazione del processo in modo da renderlo più semplice e lineare.

5. Aumenti dei controlli sulle regolarità dei mezzi di trasporto in circolazione.

6. Spinta alla dematerializzazione dei documenti a supporto della logistica.

7. Riduzione delle personalizzazioni normative a livello locale.

8. Riduzione dell’iter di autorizzazione per progetti di nuove strutture private o infrastrutture logistiche.

9. Aggiornamento delle norme sul trasporto, con superamento di vincoli che ostacolano l’efficienza.

10. Revisione delle responsabilità sugli appalti.